Rifugio A. Sonino al Coldai

Partenza dal Rifugio Pala Favera 1.507 mt. dove si può lasciare tranquillamente la macchina. Il sentiero è molto facile infatti una strada bianca ci accompagna per 3,5 km. fino alla Casera di Pioda 1.892 mt., in meno di un’ ora. Purtroppo il tempo non è dei migliori, tanto che dobbiamo coprirci con K-way perchè la pioggia non cenna a smettere.

Proseguiamo dopo una breve sosta di circa 20 min. a sinistra, come indicato nel cartello davanti la casera per il sentiero N° 556. Da qua la via diventa un pò più ripida ma sempre di facile cammino. Dopo circa 45 min. arriviamo al Rifugio A. Sonino al Coldai preceduti da un’escursionista solitario. Approfittiamo del comodo bivacco per cambiarsi, mentre ci spostiamo sotto la tettoia del rifugio per mangiare. Dopo una sosta di più di un’ora proseguiamo per il sentiero attraversando la Forcella Coldai, il punto più alto dell’escursione 2.191 mt. per arrivare al Lago Coldai. Passiamo a fianco il laghetto attraversando una parte del sentiero coperto di neve fino al ginocchio, per arrivare davanti al Col ovest di Coldai, da dove si vede Alleghe con il suo lago (circa 20 min). Anche qui una sosta di quasi un’ora per gustarci il panorama, che malgrado la giornata grigia, ci lascia a bocca aperta.
Il ritorno segue lo stesso tracciato dell’andata per circa 1 ora e 30 min. sempre sotto la pioggia finchè non arriviamo al punto di partenza quando, ovviamente, esce il sole!

Rifugio Sonino al Coldai

cristian

Tutte le descrizioni sono a puro scopo di informazione, chi intende intraprendere un qualsiasi percorso descritto lo fa sotto la propria responsabilità conoscendo le proprie capacità fisiche e tecniche e con la dovuta attrezzatura, informatosi sulle condizioni reali dei sentieri e strade come anche delle condizioni del tempo previsto.